IL GAVI E’ IL VINO DEGLI ARTISTI INTERNAZIONALI A MILANO

16/03/2015

Al PAC esordisce M-WAM e si brinda con il Grande Bianco Piemontese

 

MILANO – Non c’era una mappa degli artisti internazionali che hanno scelto Milano come centro culturale per vivere e lavorare: adesso c’è un network digitale www.m-wam.org, un progetto reale che anima la loro arte, la mette in connessione con altre, favorisce dialogo e contaminazione nel nome dell’interculturalità e dell’internazionalità di cui Milano è centro, soprattutto quest’anno.

Si chiama Milano Word Artist Map ed è stata presentata al Padiglione di Arte Contemporanea lunedì 9 marzo. Il progetto prevede nei prossimi mesi una mostra nata da un contest creativo, dal 25 marzo al 6 Aprile, alla Fabbrica del Vapore, la presenza a Venezia in Biennale, la creazione di un Atelier e di un Cafè luogo di incontro degli artisti internazionali:  sono disegnatori, scultori, performers, musicisti, autori e attori, che hanno brindato a questa nuova realtà che coinvolge artisti di ogni continente e di diverse discipline con il vino bianco italiano più internazionale il Gavi DOCG,

 

Dal Consorzio Tutela del Gavi che ha partecipato all’evento dichiarano: “Noi lavoriamo per raccontare le Storie del Gavi, l’arte, la cultura, l’agricoltura, il turismo del nostro territorio attraverso diverse iniziative:  un video in collaborazione con Philippe Daverio; con l’Associazione dei Ristoratori Giapponesi in Italia che hanno scelto il Gavi come abbinamento ideale per il Sushi, per ribadendire il gusto internazionale  e la multiculturalità del Grande Bianco Piemontese. Con M WAM- Milano World Art ribadiamo la connessione tra arte e multiculturalità e l’eccellenza enogastronomica di cui l’Italia è portabandiera”.