SE LA GOCCIA FA LA DIFFERENZA – OPEN DAY 29 07 2015

22/07/2015

 

Dalla sensibilità del Consorzio Tutela del Gavi nei confronti di una viticoltura sempre più sostenibile e dalla richiesta dei viticoltori di rendere sempre più mirati i trattamenti in vigneto, è partito il Progetto di regolazione funzionale degli atomizzatori di cui il Consorzio è stato precursore in Italia.
L’obiettivo è quello di tutelare l’ambiente e l’apicoltura, evidenziando gli aspetti positivi e critici del trattamento – il periodo ideale, le modalità, il tipo di macchina utilizzata – affinché le aziende ne possano trarre benefici sia tecnici che economici.
Il Consorzio propone “un progetto di sostenibilità pratica ”, direttamente in vigneto, per mostrare ai vignaioli cosa accade durante un trattamento al fine di ottimizzare l’intervento in  vigna.
Sviluppato in collaborazione con il Cadir Lab di Quargnento (AL) già attivo nella taratura funzionale degli atomizzatori, il progetto ha lo scopo di individuare uno standard e delle linee guida generali, per un’azione che risulti efficace in vigneto. E’ forte e sentita dai produttori la volontà di rendere gli interventi mirati e calibrati promuovendo un modello di buone pratiche nell’uso di trattamenti fitoiatrici a favore di un territorio più tutelato e di una viticoltura sempre più sostenibile.
Il 29 luglio alle ore 9,00  presso l’azienda agricola La Centuriona di GAVI (AL), si svolgerà un incontro aperto ai viticoltori e ai tecnici che intendono approfondire questo argomento di grande interesse.
I tecnici di CADIR LAB e Davide Ferrarese, responsabile tecnico del Consorzio Tutela del Gavi, effettueranno durante questo evento diverse prove pratiche in vigneto:
• confronto tra trattamento a filare singolo e filari alternati,
• uso del diffusore scavallante,
• influenza della cimatura nella distribuzione.
Verranno mostrati gli effetti e l’efficacia delle diverse regolazioni direttamente in vigneto e, grazie alla partecipazione delle aziende costruttrici, ci sarà l’occasione di vedere al lavoro alcune macchine. Oltre alla macchina aziendale (Vma – modello SV5) sarà presente la Ditta Dragone con una macchina trainata/serie Tav, grazie alla collaborazione con Ponta F.lli di Gavi.
Al termine dei test si terrà un breve dibattito aperto e un successivo rinfresco durante il quale verrà servito il Gavi Docg.