LABGAVI : DO IT TOGETHER. LE 7 REGOLE BUONA ITALIA.

3/09/2014

 

DO IT TOGETHER!

Una visione (finalmente) comune

per valorizzare la Filiera della Bellezza italiana

Il tema posto dal Laboratorio Gavi era chiaro, attuale, rilevante: quali sono le strategie e gli strumenti più efficaci per promuovere nel mondo la Buona Italia, ovvero le nostre eccellenze enogastronomiche? Quali le condizioni per creare valore economico e sviluppo partendo da uno dei nostri asset più importanti, il sistema agricolo e i prodotti tipici che ne derivano?

Lo svolgimento – sviluppato dal nutrito gruppo di protagonisti della nostra realtà imprenditoriale, manageriale e culturale che si sono ritrovati a Gavi sabato 30 agosto – ha indicato due esigenze primarie:  la prima è la  necessità di operare insieme, Pubblico + Privato, finalmente come ‘Sistema Italia’, rompendo i diffusi particolarismi da cui è popolato il nostro settore enogastronomico e puntando all’alleanza e al networking per vincere nello scenario globale.

L’altra soluzione è rappresentata dalla forte connessione con l’Arte e la Cultura, che costituisce il valore aggiunto anche della produzione enogastronomica, se è vero che il mercato globale non acquista solo il contenuto e il pack di un prodotto, ma anche le storie’, le esperienze, le suggestioni che sa creare.

L’Italia è il Paese della Filiera della Bellezza, questa deve essere la visione comune di tutte le sue migliori forze produttive. Ma chi deve essere regista di questo percorso? Non sono mancati gli accenni polemici alla scarsa presenza delle istituzioni pubbliche italiane, a differenza dell’efficace regia pubblica su cui può contare un Paese come la Francia.

Testimonial’ e paradigma di questa riflessione è stato il territorio del Gavi, il Grande Bianco Piemontese che miete successi in tutto il mondo: nel 40° anno della DOC del Cortese di Gavi, il Consorzio che lo tutela ha dato vita al progetto Laboratorio Gavi, durante il quale sono state anche presentate le prime  ‘Storie del Gavi’ – Arte e Cultura, Agricoltura e Turismo – con un video realizzato in collaborazione con Philippe Daverio e una Moleskine personalizzata, a tiratura limitata. Il Laboratorio Gavi e le Storie del Gavi sono stati studiati e sviluppati da The Round Table, l’agenzia di Comunicazione e Media Relations del Consorzio Tutela del Gavi.

Il Laboratorio Gavi ha rappresentato un’esperienza inedita, con un riscontro assai positivo tra i partecipanti e tra gli ascoltatori della diretta in streaming sul sito www.gavi972.it, dove presto sarà linkato il montaggio dell’intera mattinata. I 25 imprenditori, manager, uomini di cultura, comunicatori  e rappresentanti istituzionali  presenti al Forte di Gavi si sono confrontati con 25 giornalisti nazionali e locali lanciando altrettante hashtag-soluzioni,   poi  confluite in ‘7 Regole per la Buona Italia’:

1. La Filiera della Bellezza

Territorio, Arte & Cultura, Agricoltura, Turismo: ama il tuo territorio, gustane i prodotti, e salva la Buona Italia

2. Cultura della Terra Sviluppo Economico

La Cultura produce Economia, se ben integrata alla valorizzazione del Territorio.

3. Comune Visione

Insieme, a 360°, facendo rete  e innovando, parte attiva di un disegno strategico.

4. Pubblico + Privato

Istituzioni, Imprese e Professionisti possono e devono fare squadra, interpretando al meglio il proprio ruolo

5. Muoversi nel Mondo

Il miglior modo per vendere un Prodotto è che il suo Produttore viaggi per il mondo consumando scarpe e valigie.

6. Il colore della Comunicazione 

La Comunicazione dell’Enogastronomia è narrazione, coinvolgimento, emozione.

7. Unione Italia

Oltre i particolarismi territoriali, la Buona Italia può competere nel mondo solo se unita.

L’insieme – gli hashtag e le 7 regole – hanno creato l’opera partecipata ‘La Buona Italia’ creata e dipinta live dall’artista visualizer Arianna Ruffinengo.

Tra i presenti, coordinati dalla giornalista e critica enogastronomica Roberta Schira:  il Presidente  e il Direttore del Consorzio Tutela del Gavi GianPiero Broglia e Francesco Bergaglio; il Critico d’arte Philippe Daverio; il Direttore Artistico di Expo 2015 Davide Rampello; il Vicepresidente di Piemonte Land of Perfection Andrea Ferrero; il Direttore di Federculture Claudio Bocci; la co-autrice di Italian Factor Barbara Santoro; il Direttore Generale dell’UPA Giovanna Maggioni; gli imprenditori Fabio Berti Riboli (Golf Club Colline del Gavi) e Vittorio Invernizzi (Terme di Lurisia); i Top Manager MariaSebregondi (Moleskine) e Daniela Bricola (Serravalle Designer Outlet / McArthurGlen); i giornalisti e critici enogastronomici Federico Quaranta (Decanter) e Paolo Massobrio (Golosaria); lo chef bi-stellato Marco Sacco; il Direttore della European Museum Academy Foundation Massimo Negri; l’agronomo Davide Ferrarese; il Past-President del Cosmit/Salone del Mobile Carlo Guglielmi; il Docente e Ricercatore Luigi Pagliantini; l’Architetto  urbanista Massimo Zucconi.

Hanno inoltre partecipato con altrettanti videointerventi l’Ambasciatore di Expo 2015 per le Belle Arti della Regione Lombardia Vittorio Sgarbi, l’imprenditore della comunicazione Gaddo Della Gheardesca, il presidente della Camera di Commercio Britannica in Italia John Law, la Direttrice dell’Ente di Promozione dei Vini della Borgogna Françoise Roure.

Nell’insieme, quindi, un composito e ricco novero di competenze che avendo ognuna un tempo massimo di 4’ – scandito dal cin cin di un cucchiaio d’argento su un bicchiere di cristallo – ha prodotto una considerevole massa di stimoli, informazioni, suggestioni di reciproco interesse, diffusi in Rete dalla diretta in streaming by Televisionet.it e affidati a 25 tweet che hanno incrementato del 34% i followers e del 108% i following del Consorzio Tutela del Gavi.

Ora l’obiettivo del Consorzio Tutela del Gavi è raccogliere l’importante e prezioso contributo di pensiero emerso nel corso della prima iniziativa del Laboratorio e darvi seguito con un programma che abbiamo già iniziato a elaborare, a partire dalla strategia di promozione in occasione di Expo 2015” conclude Francesco Bergaglio, Direttore del Consorzio Tutela del Gavi.

Promosso da: In collaborazione con

 

Ufficio Stampa – The Round Table per il Consorzio Tutela del Gavi Via Leopardi 2, Milano Véronique Enderlin +39 3408525313 - veronique.enderlin@theroundtable.it  Selvaggia Stefanelli +39 3473177078 – selvaggia.stefanelli@theroundtable.it