IL CONSORZIO TUTELA DEL GAVI ALLA CONQUISTA DELL’ORIENTE

4/06/2014

 Vinexpo ad Hong Kong, una piazza strategica per il GAVI DOCG

 

Appena conclusa la due giorni  in chiave orientale del Matsuri a Milano (24-25 maggio), ecco arrivare i primi dati di Vinexpo Asia Pacific di Hong Kong – in corso in questi giorni – dove il Consorzio Tutela del Gavi è presente insieme a Piemonte Land, il super consorzio porta bandiera della qualità enologica della Regione.

Con oltre 42 milioni di bottiglie consumate all’anno (+ 54% rispetto al 2008) e con un trend di crescita previsto di un altro 17,4% entro il 2017, Hong Kong si presenta come una delle piazze asiatici più attive, ancora più del Giappone già meta export per il GAVI DOCG.

Il più grande evento enologico dedicato al mercato asiatico, organizzato dal 1998 ogni due anni dalla Camera di Commercio di Bordeaux, ha registrato un’affluenza in crescita rispetto ai dati del 2012, indice dell’interesse in aumento da parte di buyers internazionali e visitatori verso il vino, e soprattutto il vino italiano qui ben rappresentato dalle regioni presenti, Piemonte in testa.

Dice Francesco Bergaglio, direttore della Comunicazione del Consorzio Tutela del Gavi: “Vinexpo è sicuramente un evento strategico per il Gavi Docg: secondo i dati di Piemonte Land nel 2013 sono stati importati oltre 16 mila ettolitri di vino dall’Italia per un volume d’affari che supera i 14 milioni di euro. Gli abitanti di Hong Kong, infatti, scelgono il vino italiano perché amano la cucina italiana qui particolarmente diffusa. In più il Gavi Docg ha spazio per un ottimo posizionamento in abbinamento con la cucina locale, a base di pesce e pesce crudo”

Il recente successo ottenuto dallo studio dell’abbinamento Sushi&Gavi che ha sedotto i ristoratori giapponesi e i visitatori del Matsuri durante il Manga Festival di Milano, conferma l’ottima predisposizione del Grande Bianco Piemontese ad accompagnare la gastronomia orientale.

Il Consorzio del Gavi sarà quindi impegnato nei prossimi mesi allo sviluppo di questo canale rafforzando la propria presenza sul mercato orientale.